31° TORNEO DI TOLONE


ITALIA PORTOGALLO 1-3 (21.06.03)

ITALIA (4-4-2): Scotti, Cassani, Piccolo, Ceccarelli, Bovo, Gastaldello, Quadri, Berardi, Scarlato (st Breviario), Pagano (13’st Del Grosso), Ruopolo (37’st Altobelli). A disp. Berni, Franchini, Paro, Pepe. All. Francesco Rocca
PORTOGALLO: Bruno Vale, Miguel Garcia (31’st Joao Paiva), Vìtor Rodrigues, Josè Castro, Pedro Ribeiro, Raul Meireles, Cristiano Ronaldo, Hugo Almeida, Lourenço, Faria (12’st Danny), Davide (st Custodio Castro). A disp. Leandro, Nuno Viveros, Amoreirinha, Filipe Oliveira, Luis Alfonso, Rui Figueredo. All. Rui Caçador
MARCATORI: 18’st Ruopolo, 32’st Joao Paiva, 37’st Danny, 50’st Joao Paiva
ARBITRO: Dean (Inghilterra)
ESPULSI: 25’pt Hugo Almeida, 43’pt Bovo, 16’st Gastaldello


di Francesco Oddi

Finisce in finale l’avventura dei ragazzi di Francesco Rocca, che non perdevano una partita proprio dalla finale dello scorso anno con il Brasile. Il Portogallo si aggiudica il torneo per la terza volta nella sua storia, al termine di una gara nervosa, sfuggita presto di mano al mediocre arbitro Dean. Lusitani che pure in avvio di partita erano rimasto in dieci uomini per l’espulsione di Hugo Almeida, per una gomitata a Cristian Scarlato. Parità numerica ristabilita nel recupero della prima frazione: Pedro Ribeiro finisce a terra, e Bovo va a farsi la doccia qualche secondo prima dei compagni. Il replay metterà in luce la scenata del giocatore del Porto e la svista clamorosa del direttore di gara. Altro cartellino rosso nella ripresa, Gastaldello rimedia due ammonizioni e lascia in nove la squadra. Che però, a sorpresa, si porta in vantaggio al 18’: eccellente spunto sulla destra di Felice Piccolo e comodo assist per Ruopolo che non sbaglia. Ma gli azzurri soffrono le due espulsioni nello stesso reparto, e Caçador indovina il cambio: un minuto dopo il suo ingresso in campo Joao Paiva, servito dall’altro subentrato Danny, batte Scotti con un diagonale di destro. Molto bella l’azione del 2-1: Raul Meireles lancia Cristiano Ronaldo che attira su di se tre avversari prima di servire Vìtor Rodrigues, partito in sovrapposizione: cross e deviazione vincente di Mendes di testa. Pensa bene di andare ad esultare sotto la panchina azzurra il talento del Marìtimo, provocando una mega rissa che coinvolge i membri delle due delegazioni, con partita sospesa per dieci minuti. Al termine dei quali la partita riprende, i ragazzi di Rocca tentano l’ultimo assalto ma i lusitani, liberando l’area dopo un corner di Quadri, partono in contropiede e firmano il terzo gol, ancora con Joao Paiva, servito da Lourenço. Nella finale di consolazione un gol di Herrera, capocannoniere con tre reti insieme a Lourenço e Ruopolo, consente all’Argentina di battere il Messico e salire sul terzo gradino del podio.


FINALE 3°/4° posto (sabato 21 giugno, ore 17)
Messico - Argentina 0-1
27'pt Herrera

CLASSIFICA FINALE
1. Portogallo  2. Italia  3. Argentina  4. Messico  5. Colombia  6. Giappone  7. Turchia  8. Burkina Faso  9. Polonia 10. Inghilterra

CLASSIFICA MARCATORI
3 gol: Lourenco (Portogallo), Ruopolo (Italia), Herrera (Argentina)

MIGLIOR GIOCATORE
1. Mascherano (Argentina)  2. Raul Meireles (Portogallo)  3. Medina (Messico)  4. Ruopolo (Italia)

MIGLIOR PORTIERE
Bruno Vale (Portogallo)

Home Page